09 Marzo 2017

Come si fa a pulire il flussimetro di un collettore per impianti a pavimento?

Garantire la corretta portata ad ogni circuito di un impianto a pavimento è un aspetto fondamentale per ottenere una distribuzione omogenea del calore. Per semplificare le operazioni di bilanciamento, sul collettore di mandata sono installati dei flussimetri con scala graduata che permettono sia di visualizzare direttamente la portata, sia di regolare la sezione di passaggio per limitare al valore desiderato il flusso che la attraversa.

Tuttavia, dopo un periodo di funzionamento, a causa delle impurità che possono circolare all’interno dell’impianto, è possibile che il vetrino con la scala numerata si sporchi e non consenta più di leggere la posizione dell’indicatore.

Nei collettori, come la serie 664, è possibile rimuovere il solo indicatore senza dover ricorrere ad operazioni di svuotamento e sostituzione dell’intero vitone. Per procedere con l’operazione di pulizia è sufficiente chiudere il circuito di riferimento sia con l’apposita valvola di intercettazione sul collettore di ritorno sia con lo stesso flussimetro, serrando completamente la sua manopola di regolazione. Una volta che il flusso all’interno del circuito è stato arrestato, aiutandosi con un’apposita chiave da 22mm ed una brugola da 8 mm, è possibile smontare il solo indicatore, senza la fuoriuscita di acqua, ed una volta rimosso, con un apposito scovolino, lo si può lavare a secco in modo che la scala numerata torni ad essere leggibile.

A questo punto sarà sufficiente ricomporre il tutto e, una volta aperte le valvole di intercettazione, regolare nuovamente la portata al valore desiderato. Nel caso in cui non si riesca a pulire l’indicatore, è possibile acquistarne uno di ricambio con il codice R69913, senza dover per forza sostituire il vitone completo.

Ultima modifica: 
18 Gennaio 2018
Impianti a pavimento
Condividi: