13 Ottobre 2020

Collettori compatti: ingombri ridotti e semplicità di collegamento

Il nostro approccio è quello del cambiamento continuo mirato ad implementare la qualità totale offerta con nuove forme di comfort. Dalla letteratura e dall’esperienza sappiamo che il benessere in ambiente domestico è un diretto derivato della  distribuzione del fluido vettore alla corretta portata e temperatura ad ogni singola utenza. Per questo i gruppi di distribuzione, completi o meno di valvola miscelatrice, a seconda della tipologia di impianto, sono la risposta  tradizionale a questa necessità. Spesso, però, l’installatore si trova a dover realizzare complicati collettori da centrale termica in ambienti angusti, anche  sul cantiere.  

Ecco la soluzione: i collettori compatti serie 550 Caleffi garantiscono ingombri ridotti, offrendo la semplicità di collegamento dei vari gruppi di distribuzione. 

Perché scegliere i collettori compatti Caleffi?

  • Predisposti per il collegamento diretto dei gruppi di distribuzione e regolazione della temperatura
  • Adatti per portate fino a 9 m3/h, o impianti di medio - grandi dimensioni
  • Completi di coibentazione e staffe di fissaggio a parete 

Perché installare i collettori compatti Caleffi DN32?

Abbiamo completato la gamma lanciando la nuova versione DN32 che affianca la già diffusa DN25. L’aumento delle dimensioni del corpo principale consente di ottenere portate più elevate, fino a 9 m3/h, con perdite di  carico estremamente ridotte, a tutto vantaggio delle pompe di circolazione che possono così garantire la corretta  portata alle varie zone, riducendo al minimo i loro consumi. 

Per semplificare le operazioni di installazione, lo abbiamo predisposto con derivazioni aventi lo stesso interasse delle  unità distributive, dotate di bocchettoni per il collegamento rapido. Il sistema di staffaggio, già fornito in confezione, consente l’installazione direttamente a parte, senza necessità di  realizzare strutture portanti dedicate.
La configurazione interna del collettore garantisce ridotte perdite di carico e adattabilità a ogni tipologia di  impianto di riscaldamento. 
Per garantire un perfetto isolamento termico è stato equipaggiato con un guscio di coibentazione preformato che  abbatte le dispersioni termiche nella distribuzione del fluido. 
 

La visione d’insieme applicata in fase di sviluppo prodotto, ha portato a pensare alla necessità di disgiunzione idraulica nel caso il collettore sia alimentato da una pompa di circuito primario. Abbiamo così ideato e realizzato anche un  separatore idraulico compatto con interasse dedicato che assicura la corretta circolazione e preserva il funzionamento  di tutte le pompe presenti nel circuito, riducendo gli ingombri di installazione