15 Aprile 2022

CALEFFI XF. Il nuovo defangatore extra filtrante

CALEFFI XF è il filtro defangatore magnetico di livello extra che consente una pulizia dell’impianto senza paragoni. La funzione autopulente è semiautomatica e garantisce una protezione continua dalle impurità al generatore e agli altri dispositivi dell’impianto idrotermosanitario grazie alle sue caratteristiche peculiari:

  • Dispositivo integrato: filtro + defangatore + effetto magnetico
  • Extra Filtrante:  sistema a doppia filtrazione
  • Pulizia semiautomatica: meccanismo di spazzole interne
  • Prestazioni inalterate nel tempo: ampia superficie filtrante
  • Versatile: installazione su tubazione sia orizzontale sia verticale

CALEFFI XF è un dispositivo integrato realizzato in tecnopolimero selezionato per applicazioni impiantistiche di riscaldamento e raffrescamento.
Progettato per essere maneggevole e versatile nelle operazioni di montaggio, manutenzione ed eventuale utilizzo per lavaggio circuito, può essere installato su tubazioni orizzontali o verticali, senza per questo modificarne le caratteristiche funzionali e fluidodinamiche.

La gamma è completa e può sopperire a tutte le esigenze di installazione nelle più svariate centrali termiche. Le misure più grandi (DN 40 e DN 50) sono dotate di un by-pass che permette di parzializzare fino al 50% la portata passante nel dispositivo, riducendo così l'energia utilizzata dal circolatore.

Perché installare il filtro defangatore magnetico CALEFFI XF?

Massima efficienza dell’impianto. Risparmio energetico. Costi di manutenzione ridotti.

Questi sono i principali motivi per cui è indispensabile l’installazione di un dispositivo meccanico per la separazione delle impurità, come previsto dalla norma UNI 8065. Infatti, non eliminare le impurità all’interno degli impianti di climatizzazione può  generare diversi inconvenienti: dai blocchi e grippaggi delle pompe, alla minor resa degli scambiatori di calore, fino al funzionamento irregolare delle valvole e all’insufficiente scambio termico.

Spesso i filtri presenti sul mercato non garantiscono la protezione dei componenti in qualsiasi fase di esercizio. CALEFFI XF, invece, elimina le particelle di impurità già dal primo passaggio, mantenendo la sua efficacia nel tempo.

Dove installare CALEFFI XF?

Deve essere installato a monte del generatore in modo da preservarne l’efficienza anche a distanza di tempo. Inoltre, per poter essere utilizzato sia sugli impianti più piccoli sia su quelli di medie dimensioni, CALEFFI XF è fornito con un ampio range di misure: da 3/4”a 2”.

ISTRUZIONI PER L’INSTALLAZIONE, LA MESSA IN SERVIZIO E LA MANUTENZIONE

I punti di forza di CALEFFI XF

Doppio effetto filtrante

Il primo effetto è dato da un elemento reticolare interno che, costituito da un insieme di superfici disposte a raggiera, separa le impurità più grossolane per collisione, facendole precipitare nell’ampia camera di raccolta. Il risultato si ottiene solo dopo alcuni ricircoli del fluido e quindi con impianto a regime.

Il secondo effetto è fornito da un filtro in uscita di ampia superficie che, grazie alla mesh molto fine cattura meccanicamente, fin dal primo passaggio del fluido, tutte le particelle con diametri a partire da 0,16 mm

Grazie a questo doppio effetto filtrante, CALEFFI XF riesce a catturare particelle anche due volte più piccole rispetto alla maggior parte dei filtri presenti sul mercato che generalmente sono efficaci solo per particelle con dimensioni maggiori ai 0,4 - 0,5 mm. La depurazione è così realmente efficace e invariata nel tempo.

Inoltre, grazie all’elevata superficie filtrante di 9800 mm2, CALEFFI XF minimizza la possibilità di ostruzione da fanghi, rispetto ai comuni filtri che hanno maglie che non superano i 6000 mm2.

Tutte le impurità ferrose vengono trattenute nel corpo interno dal forte campo magnetico generato dai magneti centrali.

Manutenzione facile e veloce

Per pulire la maglia filtrante non è necessario intercettare e rimuovere il dispositivo poiché è presente un meccanismo interno dotato di  spazzole. Basta infatti ruotare la manopola superiore perché le spazzole puliscano internamente il filtro, facendo precipitare le impurità nella parte inferiore del componente. Grazie alla particolare disposizione ‘elicoidale’ delle spazzole, le impurità vengono convogliate solo sul fondo, evitandone la dispersione.

La palettina metallica alla base del meccanismo consente infine di pulire adeguatamente il fondo del dispositivo dalle eventuali impurità incrostate.

Dosaggio additivi

Nel caso in cui siano state installate valvole di intercettazione a monte e a valle del filtro defangatore CALEFFI XF,  il dispositivo funge anche da punto di accesso al circuito per l’introduzione di additivi chimici a protezione completa dell’impianto. 

Se sei interessato ad approfondire il tema del trattamento dell'acqua negli impianti a pompa di calore e l'uso di additivi chimici, ti consigliamo di seguire questo esaustivo webinar, in cui sono stati trattati:

 

 


CALEFFI XF