02 Maggio 2018

Per una defangazione efficiente nel tempo

L’acqua all’interno dell’impianto di riscaldamento contiene sostanze organiche (quali batteri e alghe) e sostanze inorganiche (quali sabbia, ruggine, residui di saldatura). A tali depositi si aggiungono le incrostazioni calcaree (precipitazioni di calcio e magnesio, sali di durezza) che contribuiscono ad ostruire i passaggi e sono responsabili di innesco di fenomeni corrosivi.

La corrosione è in generale un processo che si manifesta con l’asportazione superficiale del metallo, più o meno profonda e che può portare anche alla perforazione della tubazione. Depositi, corrosioni e incrostazioni riducono l’efficienza dell’impianto, impediscono ai componenti di regolazione (quali ad esempio le tradizionali valvole termostatiche) di poter funzionare in modo ottimale, causano elevate rumorosità e talvolta occlusioni delle tubazioni o rottura delle apparecchiature.

Si pensi ad esempio che 1 mm di calcare depositato all’interno di uno scambiatore diminuisce l’efficienza di scambio ed aumenta i consumi energetici del 10%.

Un buon lavaggio con un prodotto specifico come il C3 CLEANER, l’installazione di un defangatore DIRTMAG® in materiale composito completo di valvole di intercettazione e l’utilizzo di un prodotto protettivo come il C1 INHIBITOR contribuiscono a mantenere l’acqua dell’impianto di riscaldamento in condizioni ottimali di esercizio, per garantire maggior efficienza e resa termica dell’impianto.

Il C3 CLEANER è un detergente universale con formulazione neutra, adatto per rimuovere fango, calcare e detriti dagli impianti di riscaldamento nuovi ed esistenti. Facile da dosare per mezzo del defangatore e compatibile con tutti i materiali tipici degli impianti di riscaldamento, incluso l’alluminio, il C3 CLEANER è estremamente efficace nella dispersione del calcare e della magnetite convogliandole verso il defangatore per essere rimosse. Le valvole a sfera a corredo del defangatore DIRTMAG® permettono di scaricare facilmente le impurità contenute.

Il defangatore DIRTMAG® in composito trattiene le impurità, anche quelle magnetiche grazie all’azione di due magneti situati nell’apposito anello estraibile. Il dispositivo può essere poi utilizzato come punto di accesso per l’introduzione sia del CLEANER che dell’INHIBITOR.

Dopo il lavaggio è opportuno inserire nell’impianto il C1 INHIBITOR, un inibitore protettivo a base di molibdato, ideale per proteggere il sistema da possibili corrosioni e incrostazioni.

Con questi piccoli accorgimenti si mantiene l’impianto efficiente nel tempo.

 

Scarica la schefda commerciale su C1 e C3